come scegliere il contratto di locazione

Come scegliere il contratto di locazione.

 

Se possiedi almeno un appartamento dato in affitto dovresti assolutamente conoscere i diversi tipi di contratto di locazione.

Conoscere le diverse tipologie è indispensabile capire come scegliere il contratto di locazione a te più conveniente

In questo articolo scoprirai:

  1. In base a cosa devi scegliere il tipo di contratto di locazione?
  2. Quali sono i principali contratti di locazione abitativa?
  3. Quali sono i principali vantaggi dei vari contratti?
  4. Quali sono principali i rischi che corri se scegli il contratto sbagliato?

Questo articolo è destinato a chi nella vita non si occupa in modo professionale di locazioni.

Per questo motivo privilegio la comprensione degli argomenti evitando parole troppo tecniche.

1– In base a cosa devi scegliere il tipo di contratto di locazione?

I principali parametri che devi considerare per scegliere il contratto ideale sono:

  • la zona in cui si trova il tuo appartamento (è in una zona universitaria, è in una zona adiacente a ospedali, è una zona di periferia ecc)
  • l’appartamento si trova in una città in cui puoi utilizzare i contratti a canone concordato?
  • vuoi tornare in possesso dell’appartamento in tempi brevi?
  • Ti conviene utilizzare i contratti a canone concordato?

2– Quali sono i principali tipi di contratto di locazione abitativa?

  • 4+4 anni _ il classico contratto di locazione a canone libero (puoi scegliere tu liberamente il canone…in linea con il mercato ovviamente. Altrimenti ti rimarrà sfitto)
  • 3+2 anni _ contratto a canone concordato (il canone non puoi sceglierlo liberamente tu. Devi farlo calcolare in base agli accordi territoriali. In cambio hai delle agevolazioni fiscali.
    La bozza del contratto deve essere quella depositata assieme agli accordi territoriali nel comune dove si trova l’immobile.
  • Transitorio _ contratto che va da 1 a 18 mesi (il canone deve essere determinato come per i contratti a canone concordato, anche in questo caso hai delle agevolazioni fiscali. Per poter usare questo contratto devi inserire in modo chiaro il motivo per cui tu o il tuo inquilino avete la necessità di un contratto breve. Le motivazioni devono essere documentate e non puoi darle a caso ma devono essere tra quelle previste dagli accordi territoriali. La bozza del contratto deve essere quella depositata assieme agli accordi territoriali nel comune dove si trova l’immobile.
  • Studenti Universitari fuori sede _ contratto che va da 6 a 36 mesi (il canone non è libero ma deve essere calcolato con i parametri degli accordi territoriali. Questo particolare contratto nasce per soddisfare le esigenze degli studenti fuori sede. Per questo motivo è obbligatorio dimostrare la reale necessità dello studente mediante un documento attestante la reale frequenza al corso di studi nella città dove è collocato l’appartamento).
  • Uso Foresteria _ contratto a canone libero nato per rispondere all’esigenza delle aziende di dare alloggio ai propri dipendenti.
  •  

3 – Quali sono i principali vantaggi dei vari tipi di contratto?

Contratto Libero 4 anni + 4 anni

  • puoi decidere liberamente il canone
  • puoi optare per la cedolare secca al 21%
  • possibilità di modificare alcune clausole contrattuali

Contratto a canone concordato 3 anni + 2 anni

  • puoi optare per la cedolare secca al 10% (comuni ad alta densità abitativa o altre eccezioni previste dagli accordi)
  • sconti su IMU e TASI

Contratto Transitorio da 1 a 18 mesi

  • puoi rientrare in possesso del tuo appartamento in tempi brevi
  • puoi optare per la cedolare secca al 10% (comuni ad alta densità abitativa o altre eccezioni previste dagli accordi)
  • sconti su IMU e TASI

Contratto per studenti universitari fuori sede da 6 a 36 mesi

  • puoi rientrare in possesso del tuo appartamenti in tempi brevi
  • puoi optare per la cedolare secca al 10% (comuni ad alta densità abitativa o altre eccezioni previste dagli accordi)
  • sconti su IMU e TASI

Contratto ad uso foresteria

  • Maggiore libertà di modificare le pattuizioni contrattuali
  • puoi determinare liberamente il canone

4 – Quali sono i principali rischi che corri quando scegli il contratto sbagliato?

Sopra ho elencato una serie di vantaggi per ciascun contratto ma per decidere quale scegliere devi conoscere i possibili svantaggi che ogni contratto può portarti.

Infatti se scegli un contratto sbagliato rischi:

  • di essere tassato fino al 50% in più del dovuto
  • di non poter scegliere per la cedolare secca
  • contestazioni dall’Agenzia delle Entrate
  • di non poter liberare l’immobile nei tempi previsti
  • di non poter vendere l’immobile libero da persone
  • contestazioni da parte del tuo inquilino
  • contestazione del contratto con riduzione forzata del canone

Ora hai le basi per scegliere il contratto a te più conveniente!

Scrivi nei commenti se vuoi approfondire qualche argomento

A presto

Carlo Apostoli

 

affitto, affitto agevolato, affittoinpillole, agente immobiliare, carlo apostoli, carloapostoli, cedolare secca, cedolaresecca, contratto affitto, contratto locazione, immobiliare, locazione, proprietario al sicuro, proprietarioalsicuro, real estate, soloaffitti, soloaffittibrescia

Lascia un commento

© Proprietario al sicuro. All Rights Reserved.